Caricamento Eventi

Il congresso è stato posticipato dal 18 – 20 marzo 2021 al 18 20 novembre 2021

Nei giorni dal 18 al 20 novembre 2021 si svolgerà a Napoli la XV edizione del Convegno Nazionale dal titolo IBAT 2021 Infezioni Batteriche, micotiche, virali e parassitarie. Attualità Terapeutiche

Il traguardo raggiunto della quindicesima edizione fa sì che l’evento sia da considerarsi come il congresso nazionale più “vecchio” nel campo delle malattie infettive. Tale congresso ha sempre rappresentato, sin dal 1991, un momento di incontro e confronto valido e significativo, nella città di Napoli, di numerosi studiosi e ricercatori italiani che, sia pure su fronti diversi, operano nel campo delle malattie infettive e della chemioterapia diventando così un punto di riferimento ed un evento atteso su tutto il territorio nazionale.

Il convegno richiama l’attenzione non solo di infettivologi, ma anche di microbiologi, farmacologi, chirurghi, intensivisti ed altri specialisti che quotidianamente si trovano ad osservare aspetti diversi delle malattie batteriche e ad impiegare farmaci antimicrobici per le più diverse patologie.

Numerosi illustri colleghi universitari ed ospedalieri partecipano a questo evento e portano il proprio contributo di esperienza e cultura. E’ attesa peraltro come in tutte le precedenti edizioni la attiva partecipazione di numerosi giovani colleghi provenienti da tutta Italia che hanno sempre contribuito con i risultati delle proprie ricerche ed esperienze e con il loro entusiasmo, al successo delle manifestazioni.

Il convegno mette in luce ogni due anni i cambiamenti che si vanno verificando non solo sulla scena clinica delle malattie infettive, ma anche nello sviluppo di nuovi farmaci antimicrobici che hanno notevolmente modificato le nostre potenzialità terapeutiche. I contributi scientifici forniti da tutti i partecipanti offrono, in ciascuna occasione, un’immagine della moderna infettivologia e chemioterapia.

Oggi, mentre continuiamo a renderci conto della costante evoluzione delle problematiche connesse alle infezioni batteriche ed alla loro terapia – la frequente osservazione di infezioni correlate a nuovi patogeni

fino a ieri sconosciuti non solo batterici, ma anche virali, micotici e parassitari, la diffusione in molte aree geografiche di agenti patogeni multiresistenti, la recrudescenza di malattie infettive che sembravano ormai sotto controllo – assistiamo anche all’emergenza di nuove patologie correlate a stati di immunodepressione,  nonché ai fenomeni di immigrazione che sempre più frequentemente si verificano nel nostro paese. Accanto alle istanze ad evoluzione invariabilmente ingravescente occorre porre in evidenza come altrettanti successi in specifici ambiti (HCV, HIV) ci proiettano verso traguardi più ambiziosi ai quali è necessario concorrere con progressi di natura sia culturale che organizzativa. Nuove formulazioni farmaceutiche e l’individuazione di spazi per opzioni terapeutiche a ridotto carico farmacologico descrivono oggi itinerari di cura delle malattie da infezione caratterizzati da una maggiore semplicità e gestione a lungo termine. L’evoluzione in tal senso della farmacopea si completa con possibilità sempre maggiori di individualizzazione della terapia, grazie anche a profili di tollerabilità/sicurezza in continuo miglioramento. Ed è dunque per questi motivi che la XV edizione del Convegno intende rivolgere l’attenzione anche a quelle patologie infettive ad eziologia micotica, virale e parassitaria che sempre più catturano l’interesse della ricerca infettivologica.

Si rende pertanto necessario, a nostro avviso, l’aggiornamento costante e la ricerca di sempre nuove strategie al fine di prevenire o controllare i suddetti allarmanti fenomeni.

La pandemia COVID, inoltre, ha profondamente modificato l’organizzazione e la struttura dei servizi sanitari, sia in ospedale che sul territorio. Accanto ad un grande impegno diretto per alcune Discipline, tra le quali l’infettivologia, c’è stato un decremento dell’offerta formativa in molti altri settori, anche internistici. La XV Edizione dell’IBAT si propone, tra l’altro, anche di riprogrammare, mettendo in risalto l’attualità e le prospettive terapeutiche, le esigenze di informazione e formazione in un ambito squisitamente interdisciplinare.


Presidente Onorario: Silvano Esposito

Presidenti: Francesco G. De Rosa, Giovanni Di Perri

Comitato di Presidenza: Stefano Bonora, Giuseppe Cariti, Pasquale Pagliano


ECM

Sono stati assegnati n. 13,5 crediti formativi per le seguenti figure professionali:

  • Medici Chirurghi ( tutte le discipline)
  • Farmacisti ( farmacia ospedaliera, farmacia territoriale)
  • Biologi
  • Tecnici Sanitari laboratorio Biomedico

Rif. ECM:6226-330243


Quota di Iscrizione

La quota di iscrizione è di euro 183,00 ( iva 22% inclusa)

 

L’iscrizione dovrà pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2021.